Lettori fissi

giovedì 16 agosto 2018

VILLE DEL BRENTA

Ferragosto è passato, l'estate è al suo culmine e io non sono ancora riuscita a fare neanche un giorno di ferie causa impegni lavorativi.

Così mi consolo guardando qualche fotografia di una gita passata, dove avevo avuto la possibilità di visitare le "ville del Brenta".











lunedì 13 agosto 2018

GISELLE

Credo di non avervi mai scritto che mi piace molto la danza classica.
Non ho mai fatto danza per cui sono una assoluta profana in materia, però mi piace molto vedere come è possibile ballando ed utilizzando la mimica "raccontare una storia".

Qualche hanno fà qui a Piacenza sono stata a vedere il balletto Giselle, che è uno dei grandi classici della danza, di cui vi riporto brevemente la trama.

Atto I

Giselle, che vive in una piccola casetta con sua madre adora ballare.
Un giorno incontra un giovane vestito da popolano, di cui si innamora.
La poverina però non sà che si tratta in realtà del principe di Slesia (Albrecht) sotto mentite spoglie.
Giselle e Albrecht, danzano gioiosamente nonostante i continui richiami della madre di lei, che l'ammonisce per le sue precarie condizioni di salute; dal'altra parte Wilfred, amico del principe, tenta invano di dissuaderlo dal continuare la relazione con la giovane contadina; ma nè la madre di Giselle nè Wilfred riusciranno a dissuadere i due giovani.
Solo il guardiacaccia, geloso di Giselle riuscirà a smascherare il principe di fronte alla corte e alla sua promessa sposa.
Giselle, perdutamente innamorata, nella disperazione prende la spada di Albrecht per uccidersi, ma poi impazzisce e muore per il dolore tra gli sguardi inorriditi dei presenti e lo strazio della madre.


Atto II

Il guardiacaccia sconvolto dal rimorso per la morte di Giselle si reca presso la sua tomba e quì gli verranno incontro le Villi che lo costringeranno a danzare fino alla morte.
Dopo poco anche Albrecht arriva disperato alla ricerca della tomba di Giselle.
Le Villi costringeranno anche lui a ballare, nonostante Giselle (diventata anche lei una Villi) le supplichi di risparmiarlo.
Quindi inizia a proteggerlo, sorreggendolo e danzando con lui per tutta la notte. Alle prime luci dell'alba le Villi sono costrette a svanire, Albrecht è salvo grazie all'amore di Giselle che, non appartenendo più alle Villi, torna per il riposo eterno nella sua tomba.



Siccome la storia mi era piaciuta molto, ho voluto comprarmi il DVD del medesimo balletto, ma danzato dai due più grandi ballerini in assoluto:
la nostra CARLA FRACCI
e l'indimenticato  RUDOLPH NUREYEV

Ad oggi è stato il balletto più bello che abbia mai visto, peccato non abbia avuto la possibilità di vederli a teatro, dove sicuramente l'emozione che è riuscita a trasmettermi la loro interpretazione sarebbe stata molto più forte.

venerdì 10 agosto 2018

"IL BAULE DELLE MERAVIGLIE" - DEI COLORATI PAPPAGALLI

************************************************************************************

Dal mio precedente blog "giovedì 19 febbraio 2015"

Nel "baule delle meraviglie" ho trovato una ennesima "meraviglia", perdonatemi per il gioco di parole.

Dovete sapere che la mia nonna della Sardegna amava i colori sgargianti e ha sempre indossato anche in età avanzata vestiti colorati e dalle fantasie vivaci; la tovaglietta che vi propongo oggi è stata realizzata da lei e



come potete vedere il suo amore per i colori vivaci emerge notevolmente in questo ricamo.


martedì 7 agosto 2018

SOMNIUM

Vi ricordate che vi avevo anticipato l'uscita di questo libro scritto dalla mia collega e dalla sua amica?
Finalmente eccolo, in versione cartacea nelle mie mani, con tanto di dedica ed autografo 😊.

Prima di parlarvi del libro è giusto però che vi faccia una premessa, il genere FANTASY non è tra i miei preferiti e infatti non ho mai letto nessun libro del genere, per cui per me leggere SOMNIUM è stata una vera sorpresa.


Doli una giovane ragazza "nativa americana", non sà di essere un BLAZON, ma scoprirà ben presto cosa significhi e sopratutto perchè è importante che lei accetti questa condizione.
Lei è il BLAZON AQUILA, quello più potente, quello di cui si narrano imprese impossibili.
Lei è il BLAZON da cui dipende la sorte di SOMNIUM ma anche della nostra amata TERRA.

Questo primo libro della trilogia mi ha affascinata e trasportata in un mondo fantastico a cui mi sono subito affezionata. I personaggi sono ben definiti ed è impossibile non provare simpatia per DOLI, DEX (l'uomo volpe) e ELLIOT (l'uomo cinghiale) ... ma SOMNIUM, non è solo questo è natura incontaminata, è pace ... ma per quanto ancora?

Non vedo l'ora che le due autrici scrivano il secondo capitolo di questa trilogia per poter vedere cosa succederà ...

sabato 4 agosto 2018

FARINATA DI CECI - TANTI'

E' tempo di tornare agli esperimenti di cucina 😏.

Come avevo anticipato ad Irene nei commenti del post: E' NATO PRIMA L'UOVO O LA GALLINA, quando sono andata da EATALY ho fatto un pò di acquisti tra cui anche questo preparato
che avevo adocchiato già da un pò di tempo.


Aspetta oggi, aspetta domani, alla fine l'ho preso, ho seguito le semplici istruzioni per preparare l'impasto


e poi ho messo il tutto nel forno.


Diversamente da quanto era scritto il mio forno ci ha impiegato molto di più a cuocere la farinata rispetto al previsto e quindi ce la siamo gustata intorno alle 14:00 però era deliziosa.

mercoledì 1 agosto 2018

"IL BAULE DELLE MERAVIGLIE" - UN CUSCINO RICICLOSO

************************************************************************************

Dal mio precedente blog "sabato 23 novembre 2013"

Come avete potuto leggere in vari post, le mie nonne sapevano ricamare e fare uncinetto e ci hanno regalato tante meraviglie.
La nonna di Ozieri era quella specializzata nel ricamo e ha fatto il corredo a mia mamma (lenzuola e tovaglie ricamate) e ha preparato anche cose per me e mio fratello; mentre la nonna di Piacenza era più esperta con l'uncinetto e appassionata di FILET di cui ci ha lasciato tante tovaglie, e inserti per fare dei cuscini e poi durante l' inverno insieme alla sua cara amica passavano interi pomeriggi e fare coperte.

Tutte queste meraviglie preparate da entrambe le nonne sono custodite dentro una cassapanca che io chiamo il "BAULE DELLE MERAVIGLIE", quello che mi piacerebbe fare è mostrarvi un pò alla volta tutti questi capolavori, a cominciare da oggi, dove però c'è un pizzico della mia mano.

Nel "BAULE DELLE MERAVIGLIE" ho trovato dei fiori ed un ramo fatti ad uncinetto che facevano parte di una tovaglia fatta dalla nonna di Ozieri e che mia mamma aveva disfatto; ovviamente di buttarli non se ne parla, così ho cercato un modo per riciclarli.

Per il momento ho preso i tre fiori gialli 


e pian pianino li ho cuciti su un cuscino azzurro e al centro di ogni fiore ho messo una perlina marrone.



Che ne dite del mio cuscino ricicloso?

domenica 29 luglio 2018

22.11.63

Dopo tante stupende storie diaboliche, King ha scritto il più divino dei suoi romanzi.
Voto 10.

Questo il commento di ANTONIO D'ORRIGO del Corriere della Sera e non si può dargli torto.


Il viaggio nel tempo credo sia uno degli argomenti più dibattuti da sempre, non solo a livello scientifico.
Quante volte vi è capitato di dire, se potessi tornare indietro farei questa cosa in modo diverso ... ma le conseguenze? avete mai pensato alle conseguenze che anche una piccola banale modifica al passato potrebbe portare a quello che è l'oggi?

Stephen King ci ha provato raccontandoci questa storia, dove un insegnate viene coinvolto nel progetto di evitare l'assassinio di Kennedy.
L'assassinio del presidente degli Stati Uniti d'America.
Un salto nel tempo, grazie ad una porta temporale trovata per caso, una idea folle ma con uno scopo buono ... ma il passato, il passato non vuole essere cambiato e lotterà fino allo stremo perchè ciò non accada.

Perchè?
Perchè come scrivevo prima: avete mai pensato alle conseguenze che anche una piccola banale modifica al passato potrebbe portare a quello che è l'oggi?

Riuscirà il nostro insegnante a farcela contro il passato?
Cosa troverà nel futuro/presente?
Si pentirà di ciò che ha fatto?

Leggete il libro e lo saprete.
L'unica cosa che posso dirvi è che ogni pagina sarà una sorpresa e che il finale non sarà affatto scontato.