Lettori fissi

sabato 1 ottobre 2022

LEGO - BOTANICAL COLLECTION - SUCCULENTS

Ebbene sì, anche io mi sono fatta contagiare dalla mania dei LEGO, in particolare della serie "botanica", con la quale si ha la possibilità di costruire delle piante di vario genere in base all'articolo che si sceglie.

Dato che io sono una grande amante delle "piante grasse", ho scelto ovviamente queste ultime:


una splendida composizione di 6 piantine grasse di tipi differenti.

Confesso che mi sono molto divertita a farle, la più difficile è stata la prima anche perchè erano anni che non maneggiavo dei LEGO.


Comunque le istruzioni sono fatte talmente bene che è impossibile sbagliare


e poi è bellissimo vedere la composizione che si arricchisce un poco alla volta,


fino ad arrivare al suo completamento.


Sul tavolino del portico stà benissimo, arreda, non si corre il rischio che possa ucciderla 😂 e non devo neanche dargli l'acqua.

Stefania.

martedì 27 settembre 2022

DAL MIO PRECEDENTE BLOG: SFIDA TRA SPOSE

Oggi vi ripropongo, dal mio blog precedente, una appassionate sfida tra spose.


La prima fà parte della mia collezione di bambole di porcellana.

Abbiamo un bel velo


e un ricco vestito bianco


con pizzi e merletti di ogni tipo


e anche un filo di strascico


Il tutto indossato da una splendida bambola


dai capelli ricci


e un dolce visino




La seconda è stata fatta dalla mamma con il feltro
(prendendo spunto ... dalla prima)

Un dolce visino incorniciato da un bel cappello


tanti fiocchi sul vestito


adornato da delle roselline


e ovviamente anche le scarpine



Forza ragazzi, scatenatevi, la votazione è ufficialmente aperta.

Stefania.

venerdì 23 settembre 2022

GIANNI RODARI - AUTUNNO

Oggi 23 Settembre 2022 inizia ufficialmente l'autunno, il mese che preferisco in assoluto per i suoi colori caldi e i suoi impareggiabili sapori.

(immagine presa dal web)

Artisti di ogni genere hanno tratto ispirazione dalla stagione autunnale per i loro capolavori, ma per voi oggi ho scelto una poesia di Gianni Rodari.


AUTUNNO
Il gatto rincorre le foglie
secche sul marciapiede.
Le contende (vive le crede)
alla scopa che le raccoglie.

Quelle che da rami alti
scendono rosse e gialle
sono certo farfalle
che sfidano i suoi salti.

La lenta morte dell'anno
non è per lui che un bel gioco,
e per gli uomini che ne fanno
al tramonto un lieto fuoco.

Stefania.

domenica 18 settembre 2022

A CHE GIOCO GIOCHIAMO ?

Domenica.

Una domenica strana, di quelle dove non si ha voglia di fare niente; mi sono messa sul terrazzo ho chiuso gli occhi e ho iniziato ad ascoltare:
gli uccellini che cinguettano, il vento che muove le foglie e poi trasportate dal vento delle risate.

Risate di bambini che giocano spensierati e così mi sono ritornate in mente tante immagini di quando ero più piccola e giocavo anche io in cortile con gli amici.

E' così che mi sono venuti in mente tutti i giochi che facevamo in cortile:
- bandiera
- uno due tre stella
- strega comanda colore
- rialzo
- regina reginella
- mondo

(immagine presa dal web)



C'è stato il periodo del gioco ad "elastico", passavamo intere giornate a giocarci. Lo conoscete?

(immagine presa dal web)

Due giocatori tengono l'elastico teso tra le loro gambe divaricate mentre il terzo esegue una serie prestabilita di saltelli in successione. La stessa sequenza deve essere ripetuta in successione ad altezze diverse:
- caviglie
- ginocchio
- anche
e via sempre più in alto ... praticamente eravamo degli esperti in salto in alto da fermi.
Pena? passare il turno e ricominciare da capo (ovviamente).


Crescendo ci siamo inventati dei giochi tutti nostri, quello che mi ricordo ancora oggi è "pallavolo alla cieca" così lo chiamavamo.
Praticamente facevamo due squadre e giocavamo a pallavolo da un cortile all'altro e la rete era il muro di cemento che divideva i due cortili; in questo modo una squadra non vedeva cosa faceva l'altra e l'arrivo della palla era sempre inaspettato.
Praticamente potevamo fare a gara con Mimì a livello di "stranezze".


Ah, bei tempi, i tempi dei giochi.

Scusate per il lungo post e a tutti quelli che hanno resistito fino adesso chiedo: 
qual'è il gioco della vostra infanzia che ricordate ancora come il più bello? 

Stefania.

mercoledì 14 settembre 2022

S.K. TREMAYNE - LA GEMELLA SILENZIOSA

Madre, padre, due splendide bambine, per la precisione gemelle, un cane e una casa a Londra.
Le bambine sono identiche, solo il carattere con l'età le rende distinguibili e il fatto di vestirle in maniera differente; ma le bambine vogliono vestirsi uguali e come dire di no ai lori occhi azzurri e le splendide capigliature bionde? E così nasce un nuovo gioco, quello di scambiarsi le identità e giocare coi genitori ad indovinare quale sorella hanno davanti Kirstie oppure Lydia?

Cosa mai potrebbe turbare un quadretto familiare così bello?

La morte.
Per la precisione, la morte di una delle due gemelle: Lydia.
O per lo meno i genitori sono convinti che si tratti di Lydia, finchè un giorno la gemella rimasta non mette in dubbio questa certezza.


Fin dalle prima pagine si intuisce il turbamento della madre per la perdita della figlia e il suo sconvolgimento, quando la gemella rimasta mette in dubbio il riconoscimento fatto dai genitori; lo sgomento è totale anche per il lettore che si trova solo al primo capitolo del libro.
E adesso che cosa succederà?
Come possono i genitori essersi sbagliati in questo modo?

Una domanda dietro l'altra e una serie di scoperte continue, pagina dopo pagina.
Il libro ti tiene incollato lì, i personaggi ti passano davanti come in un film e non vorresti mai smettere di leggere fino all'ultima pagina, fino all'ultimo sconvolgente segreto.

Due giorni, ci ho impiegato due soli giorni a terminare questo libro che ho trovato superlativo.
Tutto è in sospeso, i dubbi ti si insinuano nella mente così come entrano anche nella mente dei vari personaggi; confesso, ad un certo punto volevo saltare direttamente alle ultime pagine per vedere il finale, ma poi mi sono trattenuta ed è stato un bene. Era da tempo che non leggevo un libro così, tutto d'un fiato, con l'ansia di sapere cosa succede nella prossima pagina.

Consigliatissimo.

Stefania.

sabato 10 settembre 2022

UVA: LA REGINA DELLA TAVOLA

Quest'anno l'uva ha deciso di farla da padrona nel nostro giardino, così ho pensato di fare questo post per mostrarvi qualche foto, alternandole con due splendide filastrocche a tema di Gianni Rodari.


Settembre settembrino,
matura l’uva e si fa il vino,
matura l’uva moscatella:
scolaro, prepara la cartella!
(Gianni Rodari)


Questo è quel pergolato
e questa è quell’uva
che la volpe della favola
giudicò poco matura
perché stava troppo in alto.
Fate un salto,
fatene un altro.
Se non ci arrivate
riprovate domattina,
vedrete che ogni giorno
un poco si avvicina
il dolce frutto;
l’allenamento è tutto.
(Gianni Rodari)


Stefania.

martedì 6 settembre 2022

NOVITA' DAL TRONCHETTO DELLA FELICITA'

Ogni promessa è debito e siccome vi avevo promesso di tenervi aggiornati sul tronchetto della felicità, nel post di oggi vi faccio vedere che è spuntato un nuovo figlio che tra l'altro cresce a vista d'occhio.

23 Agosto 2022


24 Agosto 2022


29 Agosto 2022


1 Settembre 2022



Ma allora anche io ho il "pollice verde"!!!

Stefania.