Lettori fissi

mercoledì 1 febbraio 2023

MOSTRA: EGITTO SVELATO

Come potete vedere dalla locandina qui sotto, a Piacenza è una corso una mostra dal titolo "Egitto Svelato" che potete visitare ancora fino al 26 Febbraio, nel salone monumentale di Palazzo Gotico in pieno centro storico.


Io e la mia amica ci siamo andate di recente e ne siamo rimaste entrambe entusiaste, per quanto mi riguarda poi è stato interessante poter collegare quanto visto in questa mostra con quanto ho letto nel libro LA SCOPERTA DELLA TOMBA DI TUTANKHAMON.

Purtroppo nella mostra non è possibile fare fotografie, per evitare di rovinare i vari reperti, però vi assicuro che se vi piace l'antico Egitto è molto interessante.

La mostra, realizzata dall'istituto europeo del restauro, ha una particolarità in quanto al suo interno è stato installato un laboratorio ideato e realizzato apposta per potere permettere ai visitatori di vedere come vengono effettuati questo genere di restauri.

Il pubblico che abbiamo trovato durante la visita era molto eterogeneo, ma soprattutto c'erano tanti bambini che ho visto molto interessati.

Ve la consiglio vivamente.

Stefania.

sabato 28 gennaio 2023

DAL MIO PRECEDENTE BLOG: LA PRIMA BAMBOLA IN FELTRO DI MIA MAMMA

Mi ricollego al post precedente per farvi vedere la prima bambola in feltro fatta da mia mamma (anche questa risalente al 2013), che come potete vedere ha la faccina ... "pronta e stampata".




Io trovo che anche questa sia carina, però personalmente preferisco le bambole che ha fatto successivamente che avevano tutte le faccine fatte a mano.

Stefania.

lunedì 23 gennaio 2023

DAL MIO PRECEDENTE BLOG: BAMBOLA IN FELTRO

Era il 2013 quando mia mamma realizzò la bambola che vi mostro oggi. 

Le indicazioni per farla e i carta-modelli li aveva presi dalla rivista:
"LA CALDA MAGIA DEL FELTRO - Linea Moda - Renkalink - M. Rita Matichecchia.


Come potete notare, nonostante sia passato tanto tempo è ancora vestita alla moda e considerato il freddo di questi giorni il suo abbigliamento è proprio adatto.







Dovete sapere che questa è stata la seconda bambola in feltro che mia mamma ha realizzato e diversamente dalla prima in questo caso ha preparato lei anche il visino della bambola, mentre nella prima ... beh, mi sà che ve lo dico nel prossimo post.

Stefania.

giovedì 19 gennaio 2023

JUDO BOY - ME LO RICORDO SOLO IO QUESTO CARTONE ANIMATO?

Quando ero una bambina guardavo tantissimi cartoni animati e un pò di tempo fà mi è venuto in mente che il mio preferito era quello di un ragazzo che andava in giro in moto e che volando in aria indossava un kimono.

Ovviamente non mi ricordavo per niente il nome per cui ho provato a chiedere tra amici e colleghi coetanei se qualcuno per caso se lo ricordasse e sapesse il nome del cartone.

Nulla, ma d'altronde se vai in giro chiedendo: "te lo ricordi il cartone animato, dove c'è un tizio che và in giro in moto e ogni tanto lancia per aria un kimono e se lo infila volando?" quale altra risposta puoi mai ottenere, a parte il fatto che pensano che sei matta.


Non mi sono scoraggiata e ho fato una ricerca su internet un pò empirica: cartone moto kimono ed è venuto fuori lui JUDO BOY.


Ovviamente non mi ricordavo affatto la trama, così sono andata a leggerla su Wikipedia, e ve la riporto di seguito.

Sanshiro Kurenai è un ragazzo il cui padre, ammirato maestro di judo e fondatore della scuola nella quale anch'egli è stato allievo, viene un giorno ucciso durante un duello (o un agguato a sorpresa) da un nemico più esperto. Al suo arrivo il ragazzo trova il padre gravemente ferito, ormai senza più alcuna speranza di poter sopravvivere. Unico indizio che egli trova sul luogo del delitto è un occhio di vetro vicino al corpo del padre: ciò dimostrerebbe che l'assassino era un uomo con un occhio solo. Così, dopo aver superato un primo momento d'angoscia e sconforto, si mette in viaggio alla ricerca dell' "uomo con un occhio solo" per vendicarsi. Alla guida della sua moto girerà il mondo, accompagnato da un orfanello di nome Ken e dal suo fedele cane Bobo.

Tutti gli episodi dell'anime ruotano attorno alla ricerca ossessiva da parte di Sanshiro. Molti degli avversari da lui affrontati nel corso della serie hanno un occhio solo oppure un occhio nascosto da una benda. Quando combatte, il protagonista indossa un keikogi, un vistoso kimono rosso fattogli dalla madre, che solleva vivacemente in aria prima di stringerlo in vita con una nera cintura e dar inizio ad ogni combattimento.

Quasi sempre Sanshiro incontra anche qualche bella ragazza che vorrebbe trattenerlo con sé, dopo essere stata da lui salvata: ma ognuna di esse lo lascerà andare, seppure a malincuore, convincendosi che il giovane deve seguire il suo destino senza dunque fermarsi o cedere alla tentazione di una vita ordinaria.

L'anime si conclude senza che si veda l'eroe raggiungere il suo scopo: nell'ultima puntata infatti Sanshiro si congeda per l'ennesima volta da una ragazza per continuare quindi la sua ricerca dell' "uomo con un occhio solo".

(immagine presa dal web)

Qualcuno di voi si ricorda di questo cartone?.

Stefania.

lunedì 16 gennaio 2023

HOWARD CARTER - LA SCOPERTA DELLA TOMBA DI TUTANKHAMON

La scelta di questo libro è stata piuttosto casuale e legata al compleanno di mio zio, che ha compiuto gli 80 anni il 17 Novembre 2022.

Siccome mio zio è un grandissimo lettore di solito gli regalo un libro per il compleanno.
Dato che quest'anno aveva accennato, dopo aver visto un documentario, che gli sarebbe piaciuto andare a visitare il museo egizio di Torino, ho pensato di regalargli qualcosa a tema.

All'inizio non avevo una idea precisa, poi girovagando per la rete ho scoperto che il 2022 era la ricorrenza del centenario della scoperta della tomba di Tutankhamon, e proprio per celebrare l'occorrenza è stata fatta una edizione celebrativa di questo libro di HOWARD CARTER, l'archeologo a cui dobbiamo questa grande scoperta.


Il libro ha affascinato anche me e così invece di prenderne una sola copia ne ho prese due, una per me e una per lo zio.
Abbiamo fatto a gara a leggerlo ... però lui lo ha terminato un paio di giorni prima di me.

Entrambi lo abbiamo trovato molto bello e molto ben fatto.
E' ricco di immagini e tutti i passaggi della scoperta sono descritti in maniera formidabile.
In certi momenti mi sembrava di essere lì, con Howard Carter, tanto ero pervasa dal suo stupore e dalla sua curiosità.

Credo che un libro come questo non possa assolutamente mancare in una libreria.

Stefania.

venerdì 13 gennaio 2023

IL BAULE DELLE MERAVIGLIE - UNA TENDA CHE "SI PAVONEGGIA"

Approfitto del post di oggi per riproporvi dal mio blog precedente questa coppia di tende un pò particolari realizzate dalla mia nonna della Sardegna.




Io le trovo alquanto originali per via della presenza del PAVONE.

Stefania.

lunedì 9 gennaio 2023

FILM - LA SEGRETARIA QUASI PRIVATA

Regia: Walter Lang
Cast: Katharine Hepburn, Spencer Tracy, Gig Young, Joan Blondell, Dina Merrill, Sue Randall, Neva Patterson
Durata: 103'
Genere: commedia, sentimentale
Nazione: Stati Uniti d'America
Anno: 1957

Avevo visto questo film per caso anni or sono e mi era piaciuto molto e recentemente ho avuto modo di rivederlo, trasmesso in televisione, e confermo la mia prima opinione: è proprio carino.

E' una commedia brillante, leggera, basata tutta su degli equivoci e inoltre i due attori principali sono due capi saldi della Hollywood di un tempo, per cui se ancora non lo avete visto ve lo consiglio vivamente.

(immagine presa dal web)

Bunny Watson (questo è il ruolo interpretato da Katharine Hepburn) lavora in una grande azienda, dove svolge il ruolo di capo reparto dell'ufficio quesiti.
Praticamente un ufficio che si occupa di rispondere alle domande più disparate, dal nome delle renne di babbo Natale a che tipo di auto usa il Re dei Watussi; insomma, una sorta di Internet di un tempo, però gestito da un gruppo di donne che per trovare le risposte alle domande che gli vengono fatte, effettuano delle lunghe ricerche e soprattutto hanno una grande memoria.

Un giorno si presenta in azienda l'ingegnere elettronico Richard Sumner (questo è il ruolo interpretato da Spencer Tracy), con il compito di installare all'ufficio quesiti: EMERAC:
Electromagnetic 
MEmory and 
Research 
Arithmetical 
Calculator
insomma un  computer, che le ragazze del reparto penseranno essere preso per sostituirle nel loro lavoro.

(immagine presa dal web)

Ma sarà davvero quello il motivo per cui è stato preso EMERAC?
A voi scoprirlo guardando questo simpaticissimo film.

Stefania.