Lettori fissi

domenica 7 agosto 2016

COMPIBLOG (in ritardo) - IL RITRATTO DI DORIAN GRAY e RIO 2016

Sono proprio una blogger scellerata, va bene i tanti impegni, và bene che non sono stata presente sul blog  per un po di mesi per motivi lavorativi, ma il primo post dopo una lunga assenza sarebbe dovuto essere quello per festeggiare il primo compiblog e invece me ne sono completamente scordata.

Così recupero oggi con un pò di ritardo, 13 Luglio 2015 - 13 Luglio 2016


(immagine presa dal web)

...  e 25 GIORNI (causa la sbadataggine di chi gestisce il blog hi hi hi , che si è ricordata del mio compleanno in ritardo).

Approfitto di questa occasione per rinnovare la promessa che avevo fatto alla sua apertura, derivata dalla chiusura del mio blog precedente:

"farò del mio meglio per tenere aggiornato il più possibile questo mio mondo virtuale, cercando di creare un luogo dove tutti possano trovare qualche spunto per i loro capricci".


E adesso vediamo di tornare un pò ai miei "capricci", in questi giorni stò cercando di recuperare tutto il tempo perso e tra le varie cose che avevo abbandonato c'era la lettura.
Tornata però ad un regime di "normalità" è stata la prima cosa a cui ho pensato e così ho iniziato e terminato nel giro di una settimana la lettura di "IL RITRATTO DI DORIAN GRAY"


"Che tristezza! Io diventerò vecchio, orribile, spaventoso, ma questo ritratto rimarrà sempre giovane. Non sarà mai più vecchio di quel che non sia in questo particolare giorno di giugno ... Oh se fosse il contrario! Se fossi io a rimanere giovane e il ritratto a invecchiare!
Per questo ... per questo darei qualunque cosa; sì non c'è niente al mondo che non sarei disposto a dare! Darei perfino la mia anima, per questo."
Oscar Wilde.

Da una idea a dir poco geniale e' nato un libro incredibilmente avvincete e allo stesso tempo sempre attuale.
L'ho letto tutto d'un fiato e una pagina tirava l'altra , un pò come succede con le ciliegie, se non lo avete letto ve lo consiglio.


E per finire per chi è riuscito a resistere e leggere il post fino a qui parliamo un pò di

(immagine presa dal web)


Ieri abbiamo vinto le prime due medaglie e abbiamo raccolto anche parecchi delusioni.
Ieri ho seguito le gare su RAI 2, anche il ciclismo che di solito trovo particolarmente noioso, però devo dire che i cronisti sono stati molto bravi perchè hanno anche cercato di spiegare quelle che sono le tattiche che si vanno a creare durante la gara e poi alla fine ero particolarmente interessata di come si stava mettendo il tutto.
Nibali era primo, stava facendo la volata finale, i tre ciclisti in testa andavano talmente veloci che la moto con la telecamera che li seguiva li ha persi dietro ad una curva .... e lì superata la curva il disastro:
un ciclista per terra, anzi no due .... Nibali .... accidenti ma che sfortuna.
Ci sono rimasta malissimo, sopratutto se pensiamo che era tutto il pomeriggio che seguivo la gara e ormai ero praticamente convinta che avremmo vinto.

Eh,  lo sport è fatto così ...


3 commenti: