Lettori fissi

giovedì 2 luglio 2020

CUCINIAMO INSIEME - TIRAMISU' SENZA GLUTINE

INGREDIENTI
 1/2 kg di mascarpone
 150 gr di zucchero
     6 uova
        sale q.b.
        savoiardi (senza glutine)
     1 caffettiera di caffè
        marsala q.b.
        cacao in polvere

PREPARAZIONE
Per prima cosa preparate una bella caffettiera di caffè e versatelo in una ciotola dove lo lascerete a raffreddare dopo averci aggiunto un cucchiaio di zucchero.



Lavorate i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto piuttosto chiaro.
Con un cucchiaio lavorate bene il mascarpone fino a portarlo ad una consistenza cremosa, dopodichè unitelo lentamente al composto di uova e zucchero, amalgamando bene il tutto.

Montate gli albumi a neve aggiungendo se necessario un pizzico di sale, utile per ottenere una montatura ottimale e uniteli con delicatezza alla crema già preparata.


Aggiungete al caffè raffreddato a temperatura ambiente un goccio di Marsala, imbevete nello stesso i savoiardi e disponetene un primo strato in una pirofila.
Distribuite uno strato di crema al mascarpone e livellate con un cucchiaio.


Procedete con un secondo strato di biscotti e mascarpone 


e alla fine spolverizzate il tutto con uno strato di cacao in polvere.


Questo è decisamente uno dei miei dolci preferiti, facile, veloce e delizioso.
La cosa che preferisco è ovviamente la crema con il mascarpone, infatti come avete visto con tutta la crema a disposizione faccio solo a due strati ... che volete che vi dica se tra uno strato e l'altro non ci sono almeno due dita di crema per me non è Tiramisù.

Stefania.

domenica 28 giugno 2020

WALT DISNEY - LA SPADA NELLA ROCCIA

Regia: Wolfgang Reitherman
Durata: 79'
Genere: Animazione
Nazione: Stati Uniti d'America
Anno: 1963

Amo tantissimo i film e i cartoni di Walt Disney e uno dei miei preferiti è proprio LA SPADA NELLA ROCCIA, basato su un romanzo di T. H. White, pubblicato la prima volta nel 1938.

Nell'Inghilterra del VI secolo, muore il re senza lasciare un erede al trono. 

Il regno sembra destinato ad essere lacerato dalla guerra, quando, si verifica un prodigio: a Londra, dal nulla, appare una spada conficcata in un'incudine che riporta la seguente scritta: 
"chiunque estrarrà questa spada da questa roccia e da questa incudine 
sarà di diritto re d'Inghilterra".

Molti cavalieri tenteranno invano di estrarre la spada dalla roccia e dopo molti anni la spada viene dimenticata e l'Inghilterra senza re sprofonda in anni tristi e grigi.

In questo tempo senza Re, compare sulla scena Semola un giovane ragazzo gracile che si stà preparando per diventare scudiero, il suo più grande sogno, ma non sà che il destino ha in serbo per lui qualcosa di più importante.

Il giovane ragazzo incontrerà per la sua strada Mago Merlino;


(immagine presa dal web)

uno strampalato mago Merlino che vuole prendere il ragazzo sotto la sua custodia per dargli un'istruzione.
Merlino è accompagnato da Anacleto, il permaloso gufo che nonostante le apparenza si affezionerà moltissimo al giovane Semola.

(immagine presa dal web)

Durante il percorso istruttivo di Merlino, il giovane Semola incontrerà per errore anche la perfida Maga Magò,

(immagine presa dal web)

che si presenta a Semola con una canzone:

Se con un ditin
io tocco un fior
si spampana e muor
solo il demonio
uguagliare mi può
io sono la magnifica
splendida maga Magò
posso gonfiar fino al camin
farmi piccinia come un topin
fattucchieria o nera magia
è specialità mia
io sono la magnifica
splendida maga Magò
Posso aver fascino
un bel visin
ugola d’or
morbido crin
la la la la la
ma non farti illusion
perché zumparapan
sono la magnifica
splendida maga Magò


La vigilia di Natale Semola viene nominato scudiero di Caio cosa che rende Semola molto orgoglioso e Merlino assai deluso per il fatto che lui preferisca ancora la guerra all'istruzione per cui il mago sparisce verso HonoLuLu, lasciando Semola ed Anacleto, che si recheranno a Londra per il torneo insieme a Caio, Ettore e Pilade.

Durante il torneo però succede un incidente, Semola ha dimenticato la spada di Caio e nel tentativo di recuperarne una, estrarrà la spada dalla roccia.

(immagine presa dal web)

Ecco che cosa aveva in mente il destino per lui, diventare Re e non un Re qualunque ma bensì: Re Artù.


La bellezza di questo cartone, stà nel percorso di crescita che accompagna il personaggio principale, Semola, destinato da scudiero a diventare Re e insegna come sia importante provare e riprovare, anche quando tutto sembra andare male e nessuno crede nelle tue possibilità.

Stefania.

mercoledì 24 giugno 2020

RICAMI DA TERMINARE

Dunque dunque, la tovaglia rosa l'abbiamo finita adesso è giunto il momento di portare a conclusione gli altri due ricami che giacciono abbandonati da un pò.

Il "vaso di rose"


a cui manca veramente poco per essere terminato, qualche punto sull'ultima rosa e il vaso da completare:



Lo schema "fiori e farfalle" 



che invece è in alto mare, sopratutto se consideriamo che finito è così



Adesso che ho finito la tovaglia sono bella carica e poi devo ammettere che il ricamo mi mancava, per cui chissà che a breve non ci siano aggiornamenti anche su questi ricami.

Stefania.

sabato 20 giugno 2020

NEI TONI DEL ROSA - TERMINATO

Era il 21 Gennaio del 2017 quando sul blog ho postato il primo post riguardante questa tovaglia.
Sono passati 3 anni e 5 mesi e finalmente oggi pubblico la tovaglia terminata.



Sono proprio contenta di come è venuta, inizialmente non ero molto convinta del risultato finale ma piano piano a ogni quadrato completato la tovaglia mi piaceva sempre di più e adesso che la vedo terminata sono proprio contenta della scelta fatta, sopratutto quella de colore; inizialmente avevo pensato di farla sul verde ma credo che rosa sia decisamente più bella.



Ho impiegato tanto tempo a farla , ma mi sono presa cura del retro e devo dire che anche quello è venuto bene ... 





non è "perfetto", ma il bello dei lavori fatti a mano è proprio questo.

Lo schema del ricamo l'ho preso dalla rivista: RicAmare di Luglio-Agosto del 2006.

Stefania.

giovedì 18 giugno 2020

MICHAEL ROBOTHAM - L'INDIZIATO

Il dottor Joseph O'Loughlin ha una casa nuova, una moglie e una figlia adorabile, praticamente una vita perfetta o quasi se escludiamo il padre grande chirurgo di fama con cui non va particolarmente d'accordo.

Un giorno però questa vita perfetta subisce uno "scossone", Catherine una vecchia paziente del dottor O'Loughlin viene trovata morta e una innocente bugia detta per proteggere la sua famiglia farà del dottore il primo indiziato.

L'ispettore Ruiz non ha di buon occhio il dottore, sì è sentito preso in giro da lui per più volte e quindi non vuole ascoltare le sue ragioni, neanche quando il dottore gli indica quello che a suo parere è il vero omicida.

Riuscirà il dottore a scagionarsi ma soprattutto a scoprire il motivo per cui l'assassino ha voluto coinvolgerlo?



Questo libro mi ha rapita dalla prima all'ultima pagina, in ogni capitolo si raccoglie un pezzo di puzzle e così piano piano il quadro comincia a prendere forma e alla fine ci di trova di fronte ad una realtà alquanto sconvolgente.

Consigliato a tutti gli amanti del genere.


Stefania.

domenica 14 giugno 2020

QUEEN - LIVE AT WEMBLEY STADIUM

Giornata di pioggia quella di ieri,
Un'altra grigia giornata di pioggia alla quale si è unita un pò di grandine, così tanto per movimentarci un pò la vita.

Che fare in una giornata di pioggia, dopo aver terminato di leggere il libro in corso?
Ero indecisa poi, illuminazione.
Vado di concerto, per l'esattezza quello dei QUEEN al WEMBLEY STADIUM DEL 1986



Ragazzi che giornata magica deve essere stata per chi vi ha partecipato.
E' esaltante anche solo guardarlo in televisione.
Mia madre che era in cucina appena ha sentito la voce di Freddie ha smesso di fare ciò che stava facendo, si è presentata in sala e indovinate un pò? Ci siamo ritrovate a guardare insieme il concerto e ovviamente a commentarlo.

Abbiamo rivissuto la magia di quella giornata dell'ormai lontano 1986.
Io avevo 10 anni che ne sapevo di chi erano i Queen.
Con il tempo ho conosciuto le loro canzoni che sono indiscutibilmente "intramontabili" e oggi sono riuscita a gustarmi uno dei loro concerti.
Mamma mia che emozione vedere tutta quella gente allo stadio.
E chissà che bello esserci stati, credo che sia stata una esperienza indimenticabile.

Quella è stata una giornata che è entrata nella storia.

Stefania.

mercoledì 10 giugno 2020

JEFFERY DEAVER - LA BAMBOLA CHE DORME

Lo scorso anno durante la fiera dell'usato che si svolge nel mio paese e che purtroppo quest'anno non si farà per colpa del COVID-19, sono stata colpita dalla copertina di questo libro e dal suo titolo, d'altronde come sapete mi piacciono le bambole di porcellana e mi piacciono i thriller e non c'è combinazione migliore. 

Devo dire che prima di prendere il libro ci ho pensato un pò e sono passata davanti a quella bancarella amento 3 o 4 volte prima di decidermi, non avevo mai letto nulla di Jeffery Deaver, però alla fine il titolo, la copertina e la trama letta sul frontespizio hanno avuto la meglio.


Daniel Pell nel Maggio del 1999 ha sterminato una famiglia intera, madre, padre e figlio, non accorgendosi della piccola Theresa che dormiva in mezzo alle bambole e lasciandola così incolume e orfana. Theresa, la bambina che venne soprannominata dai media: "la bambola che dorme".

Daniel Pell ora è in prigione, sono passati ormai 8 anni da quel tragico incidente, quando succede l'inaspettato, Daniel viene collegato ad un altro omicidio rimasto irrisolto, così dal carcere di massima sicurezza dove si trova rinchiuso viene portato in Tribunale per essere interrogato da Kathryn Dance, esperta di cinesica.

Dall'interrogatorio emerge ben poco, anche se Katrine in realtà ha la meglio su Daniel Pell, esperto nel manipolare le persone, tanto esperto che ai tempi del delitto aveva quella che lui chiamava una "famiglia", ma che in realtà era una setta dove lui dettava il bello e il cattivo tempo.

Soggetto difficile Daniel Pell, molto difficile e molto guardingo e sopratutto da non sottovalutare infatti riesce a scappare dal Tribunale dove era stato portato e così inizierà una lunga caccia.

Una lunga caccia che non ci porterà molto lontano, perchè Daniel ha dei piani, deve fare qualcosa a Monterey; ma i buoni avranno ovviamente la meglio perché Katrine è affiancata da ottimi detective che sono anche suoi amici e poi in rinforzo arriva anche l'FBI, per l'esattezza Winston Kellogg un esperto di sette.



Ho letto questo libro con molto piacere il personaggio di Daniel Pell è descritto in maniera convincente: è carismatico , manipolatore in grado di capire in pochi secondi i tuoi punti deboli e sfruttarli a suo piacimento, insomma un vero e proprio "squalo".

Unico neo del libro devo dire il finale, ma non il finale di quella che è la storia centrale (Daniel Pell e la "famiglia") quello è assolutamente perfetto e ricco di colpi di scena, mi riferisco al finale della storia "collaterale" (quella tra Katryn e Winston Kellogg), l'ho trovato buttato lì a caso.
Ok Winston non è che mi stesse proprio simpatico, però si poteva trovare un modo alternativo per farlo uscire di scena, sopratutto facendogli fare una figura migliore, considerato che lavora per l'FBI ed è l'esperto di sette.