Lettori fissi

domenica 29 gennaio 2017

ALFRED HITCHCOCK - PSYCHO

Lo abbiamo accennato nel post precedente, PSYCHO 
era impossibile non dedicargli un singolo post.


Dal mio precedente blog "Capricci a Punto Croce martedì 18 novembre 2014"

Alfred Hitchcock era solito leggere tutte le mattine le recensioni dei nuovi libri usciti e fu proprio dopo avere letto una ottima recensione del libro di ROBERT BLOCH, dal titolo PSYCHO che comprò e lesse il romanzo.

Dopo averlo terminato chiamò la sua assistente e le disse:
"HO IL PROSSIMO PROGETTO: PSYCHO".


Il film ha subito di fatto qualche cambiamento rispetto al libro che risulta essere molto più cruento e anche il personaggio di Norman Bates, reso noto dalla stupenda interpretazione di Antony Perkins è differente come caratteristiche fisiche e psicologiche.


(immagine presa dal web) 

Molto bella è l'idea di incentrare la parte introduttiva del film sulla figura di Marion che dà l'idea di essere la protagonista del film ma che dopo soli 20 minuti sparisce di scena perché viene uccisa;

(immagine presa dal web)  

è solo allora che si capisce che il vero protagonista della storia è Norman Bates e di fatto anche la sua casa. Probabilmente la casa più nota della storia del cinema.

(immagine presa dal web)  

Inquietante vero?

L'dea di girare il film in bianco e nero è stata di Hitchocock.
Perché?
Perché a colori il film sarebbe risultato troppo cruento e di difficoltà con la censura ce ne sono state parecchie anche con il film in bianco e nero perché negli anni '60 mostrare una donna nuda nella doccia era un problema. Di fatto non era ammissibile mostrare attori nudi.

Fu anche molto difficile girare la scena in sè ....

(immagine presa dal web) 

 ci volle ben una settimana intera di girato prima di arrivare ad ottenere la scena della doccia come la conosciamo oggi.

(immagine presa dal web) 

Siccome Hitchcock pensava che fino in ultimo si doveva credere che la "madre" fosse viva, volle che nessuno dello staff parlasse della sceneggiatura e in più sparse la voce che si cercava una attrice per interpretare la parte della "madre". Il tutto ovviamente andò a vantaggio del film e del pubblico.


(immagine presa dal web) 

Stupenda è la musica che rende il film ancora più inquietante.
Di fatto la scena della doccia senza musica .... non sarebbe stata la stessa.

Altra "stravaganza" che và associata al film è la seguente, per ordine di Hitchcock nessuno poteva entrare nel cinema a spettacolo iniziato, questo per via di Marion che moriva quasi a inizio film. Iniziò così una lunghissima campagna dove si spiegava agli spettatori che per meglio assaporare il film questo doveva essere assolutamente visto dall'inizio, o dall'inizio o per niente.


E questo venne mantenuto, anche grazie all'aiuto dei direttori dei cinema che non facevano entrare nessuno a spettacolo iniziato.

7 commenti:

  1. pensa che non l'ho mai visto, devo assolutamente rimediare

    RispondiElimina
  2. un capolavoro di film!!!!! grazie per il tuo commento al mio blog e buona settimana Lory

    RispondiElimina
  3. Un grande cult che tutti dovrebbero vedere, ma non conoscevo tutti i retroscena..molto interessanti! Io l'ho visto qualche anno fa e mi è piaciuto molto!

    RispondiElimina
  4. Io neanche l'ho mai visto, mi hai incuriosito voglio vederlo
    www.alessandrastyle.com

    RispondiElimina
  5. Un cult movie! Grazie per tutte queste curiosità che non conoscevo!

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Sono infinitamente contenta che le curiosità che vi ho presentato sul film abbiamo sortito come effetto la voglia da parte di chi non lo ha visto di vedere il film.

    RispondiElimina